La Città della Pizza: a Roma 3 giorni dedicati ai maestri degli impasti

la città della pizza

Vinòforum presenta il primo grande evento aperto al pubblico dedicato all’eccellenza della pizza

Gli appassionati di pizza e di buona cucina devono segnare questo appuntamento in agenda: da venerdì 31 marzo a domenica 2 aprile l’Ex Caserma di Via Guido Reni a Roma ospiterà La Città della Pizza, un format ideato da Vinòforum e dedicato ai grandi maestri di questa straordinaria specialità Made in Italy.

Gli autori dell’evento sono Emiliano De Venuti, CEO di Vinòforum e ideatore de La Città della Pizza, Tania Mauri e Luciana Squadrilli, esperte giornaliste gastronomiche e autrici de La Buona Pizza, Luciano Pignataro, giornalista del Mattino e autore dell’omonimo blog e Stefano Callegari, ideatore del trapizzino e titolare di alcune delle migliori pizzerie di Roma. Insieme hanno selezionato circa 40 fra i più grandi pizzaioli d’Italia, rappresentativi interpreti delle diverse forme della pizza lungo tutta la penisola. Nel Guido Reni District ci sarà così spazio per la pizza napoletana, la pizza “all’italiana”, quella a degustazione, quella a taglio e infine la pizza fritta.

La Città della Pizza è un evento realizzato con la collaborazione di Ferrarelle e con il supporto di Birra Baladin e del Consorzio di Tutela del Prosecco, che garantiranno gli abbinamenti perfetti con la pizza.

Noi di Via dei Gourmet, in qualità di Media Partner, vi presentiamo tutti i protagonisti dell’evento, dai prossimi giorni fino all’evento: i maestri della pizza.

Il Manifesto de La Città della Pizza

Il Manifesto de La Città della Pizza

Il Format de La Città della Pizza

Le Case

31 dei pizzaioli selezionati dai 5 autori proporranno le loro creazioni nelle Case della Città della Pizza, 10 temporary pizzerie che cambieranno ogni giorno e dove si potranno assaggiare 3 varianti di pizza: la margherita o marinara, un cavallo di battaglia del pizzaiolo di casa, e una pizza special edition pensata in esclusiva per l’evento.

NOME COGNOME PIZZERIA CATEGORIA PIZZA
Giancarlo Casa La Gatta Mangiona All’Italiana
Massimo Bosco Pizzeria Bosco Al taglio
Marzia Buzzanca Percorsi di Gusto A degustazione
Gianfranco Iervolino Morsi e Rimorsi Napoletana
Ciro Oliva Concettina ai tre santi Fritta, Napoletana
Petra Antolini Casa Petra All’Italiana
Pierluigi Police O’Scugnizzo Napoletana
Gennaro Battiloro La Kambusa Napoletana
Massimiliano Prete Gusto Divino A degustazione
Ettore Mastelloni La Confraternita della Pizza Al Taglio
Emanuele Liguori Antica pizzeria da Michele Napoletana
Stefano Vola Vola Bontà per Tutti A degustazione
Pier Daniele Seu Mercato Centrale All’Italiana
Alessandro Coppari Mezzometro Al taglio
Antonio Pappalardo La Cascina dei Sapori A degustazione
Mirko Rizzo Pommidoro Al taglio
Emiliano Aureli La Taverna dei Corsari A degustazione
Enzo e Cristiano Piccirillo La Masardona Fritta
Luca Belliscioni Grecco Enjoy Al taglio
Matteo Aloe Alce Nero Berberè Napoletana
Francesco Martucci I Masanielli Napoletana
Ciccio Vitiello Casa Vitiello Napoletana
Giuseppe Pignalosa Le Parùle Napoletana
Diego Vitagliano Diego 10 Napoletana
Vincenzo Esposito Carmnella Napoletana
Matteo Tambini Davide Fiorentini ‘O Fiore Mio A degustazione
Edoardo Papa Biglietto Prego All’Italiana
Gabriele Bonci Pizzarium Al taglio
Isabella De Cham 1847 Pizza Fritta Fritta
Salvatore Gatta Fandango – Racconti di Grani Napoletana
Salvatore Di Matteo Pizzeria Di Matteo Napoletana

Pizza Lab

Altri pizzaioli non presenti nelle Case saranno invece protagonisti del Pizza Lab, uno spazio dove i partecipanti potranno scoprire i segreti sull’arte della pizza, chiacchierando e magari impastando in compagnia dei maestri della pizza.

Spazio Convegni & Workshop

Gli esperti del settore avranno alcuni momenti a loro dedicati durante i quali ci sarà occasione di approfondire temi quali l’evoluzione della pizza, le nuove tendenze e gli impasti, i condimenti e le cotture.

Venerdì 31 marzo, ore 18.30
3 impasti
A salire sul palco saranno Gino Sorbillo, Gabriele Bonci e Massimiliano Prete, tre nomi, garanzia di qualità assoluta, che stanno facendo semplicemente scuola.

Sabato 2 aprile, ore 12.30
Pan per focaccia
Riflettori puntati sulla panificazione e sulle sue affinità col mondo della pizza con Massimo Bosco, Piergiorgio Giorilli e Pierluigi Roscioli.

Sabato 2 aprile, ore 17.00
Bollicine vs Birra

Gli abbinamenti con il Consorzio del Prosecco DOC, Teo Musso di Birra Baladin e Giancarlo Casa.

Sabato 2 aprile, ore 18.30
Olio d’oliva vs olio di semi
Si “scontrano” due visioni agli antipodi, ben rappresentate in questo caso da Matteo Tambini e dalla storica pizzeria partenopea Da Michele.

Domenica 2 aprile, ore 15.00
Le altre forme delle pizze
Stefano Callegari, Enzo Coccia e Renato Bosco racconteranno le loro personali “visioni di farina”.

Domenica 2 aprile, ore 16.30
Pizza 3.0
Ciccio Vitiello, Isabella De Cham e Stefano Vola, tre fra i più giovani e promettenti interpreti della pizza, parleranno di impasti, lavorazione e materie prime.

Domenica 2 aprile, ore 18.00
Giochiamo a mosca cieca
Insieme a Antonio Troncone e i Fratelli Salvo si cercano di carpire le differenze – sorprendentemente non così enormi come si potrebbe pensare – tra le cotture eseguite con forno a legna e con forno elettrico.

Ferrarelle Sensational Brunch e Dinner

Per chi vuole osare e sperimentare sono in programma una serie di pranzi e cene in cui l’arte della pizza incontra quella della cucina, veri e propri cooking show a quattro mani dove grandi chef e grandi pizzaioli incroceranno le proprie competenze.

Si parte venerdì 31 marzo, alle ore 20.30, con Iside De Cesare (La Parolina di Acquapendente VT) – e Salvatore Di Matteo della gloriosa e storica insegna partenopea.

Sabato 1 aprile, alle 13.00, sarà la volta di Corrado Scaglione (Enosteria Lipen di Triuggio MB), che offre pizze in pieno stile napoletano “fuori confine”, e Fabrizio Sepe, chef de Le Tre Zucche di Roma. Lo stesso giorno, alle 20.30, ci sarà un incontro tutto romano fra Stefano Callegari, anima di Trapizzino, Tonda e Sforno, e Nicola Delfino del ristorante Benito al Ghetto.

Domenica 2 aprile alle 13.00, si incontreranno lo stellato Pasquale Palamaro, dell’Indàco di Ischia, e Renato Bosco della pizzeria Saporè di Verona. Alle 20.30 chiusura affidata a due giovani di talento, lo chef Raffaele De Mase e Ciccio Vitiello (Casa Vitiello a Caserta).

Materie Prime

La pizza è fatta di alcune materie prime base essenziali per un eccellente risultato. In questa area sarà possibile assistere ad alcuni corsi sui principali ingredienti della pizza: Farina, Pomodoro, Olio, Mozzarella.

La Città della Pizza 2017

Info pratiche

Dove:

Guido Reni District
Via Guido Reni,7 – 00196 – Roma

Come:

Ingresso gratuito. Degustazioni a pagamento.

​Quando:

venerdì 31 marzo: dalle ore 18 alle ore 24
sabato 1 aprile: dalle ore 11 alle ore 24
domenica 2 aprile: dalle ore 11 alle ore 23

Sito ufficiale: http://www.lacittadellapizza.it/

Pagina FB: https://www.facebook.com/lacittadellapizza/


Leggi tutte le ultime notizie enogastronomiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *