Ticino: una destinazione enogastronomica da scoprire

ticino turismo enogastronomico

Forse nemmeno lo immaginate, ma la Svizzera, nella guida Michelin 2017, è il paese con la maggior concentrazione di ristoranti stellati: 3 ristoranti con 3 Stelle Michelin, 19 con 2 Stelle e 95 ristoranti con 1 Stella. Numeri che da soli fanno di questo paese una meta gastronomica davvero interessante. E infatti la Svizzera, e in particolare il Ticino, è una destinazione davvero molto piacevole per gli appassionati di turismo enogastronomico, grazie certamente alla presenza di ristoranti di alto livello, ma anche ai tanti prodotti alimentari di qualità e alle valide produzioni vinicole.

Le eccellenze enogastronomiche di Lugano e del Canton Ticino sono state protagoniste di una bella serata organizzata dall’Ente Turistico del Luganese presso la Città del Gusto di Roma, sede del Gambero Rosso.

La cucina tradizionale luganese

Quella ticinese è una cucina che affonda le proprie radici nella cultura e nella tradizione prealpina, soprattutto lombarda, ma che allo stesso tempo ha saputo guadagnarsi l’appellativo di “cucina regionale” poiché basata su prodotti di provenienza locale.

Coloro che cercano i sapori veraci della tradizione possono recarsi nei tipici grotti, locali rustici, spesso situati in luoghi affascinanti con panorami privilegiati o sulle rive del lago di Lugano.

Nella bella stagione la Società di Navigazione del Lago di Lugano organizza giri in battello per permettere a tutti di raggiungere questi paradisi paesaggistici ed enogastronomici. Ci si immerge così nell’assaggio di salumi, minestre, busecca (trippa), risotti, pesce in carpione, polenta con brasato, funghi e formaggi, torta di pane e pesche al vino…

Fra i prodotti tipici simbolo di questo territorio c’è la castagna, trasformata in deliziosi marron glacé, prodotti da piccoli laboratori artigianali, quali Giglia e Vanini.

Cucina gourmet a Lugano: il ristorante Arté di Villa Castagnola

Chef Frank Oertle

Chef Frank Oertle

Gli appassionati di buona cucina, oltre a visitare i luoghi della tradizione, possono divertirsi alla scoperta dei più eleganti e prestigiosi ristoranti della zona. A Lugano è il ristorante Arté del Grand Hotel Villa Castagnola a rappresentare l’alta cucina del Ticino. Ai fornelli lo chef Frank Oerthle, tedesco di origine ma svizzero d’adozione, propone una cucina elegante, in grado di valorizzare, senza appesantire, i migliori ingredienti della zona, pesce di lago in primis.

A fare da cornice all’ispirata cucina di Frank Oerthle il Grand Hotel Villa Castagnola, albergo 5 Stelle Superior membro dei “Small Luxury Hotels of the World”, elegante edificio ottocentesco che unisce lo charme d’epoca con i moderni comfort.

Ristorante Arté Lugano

Ristorante Arté Lugano

Nella serata alla Città del Gusto lo chef Oerthle – che racconta di trovare l’ispirazione per i suoi piatti nelle lunghe escursioni in bicicletta sulle colline luganesi – ha condotto gli ospiti in un viaggio di sapori davvero molto piacevole, fra luccioperca con composta di mela verde e lardo, cavatelli alla farina bona della Valle Onsernone con ragù di capriolo e fichi canditi e filetto di manzo del piano di Magadino – prima scottato in padella e poi cotto in forno a bassa temperatura – con cremoso di topinambur e polvere di patate viola di terra ticinese.

I piatti sono stati accompagnati da un’interessante selezione di vini del Ticino presentati da Giacomo Bianchi, vice direttore di Villa Castagnola.

cavatelli con ragù di capriolo e fichi canditi

cavatelli con ragù di capriolo e fichi canditi

Il vino nel Canton Ticino

Per accompagnare i piatti della tradizione si sceglie solitamente del buon merlot. È questo infatti il vitigno che occupa l’80% dei 1000 ettari vitati del Ticino. Oltre al merlot nel Canton Ticino si producono anche pinot nero, bondola, cabernet sauvignon, cabernet franc, diolinoir, gamaret, garanoir e ancellotta. Fra le uve bianche si segnalano chardonnay, chasselas, semillon, sauvignon, kerner, pinot grigio e pinot bianco.

Eventi gastronomici

Ogni anno, nel periodo primaverile, si tiene il festival gastronomico “Sapori Ticino”: in questa occasione il cantone diventa palcoscenico per grandi chef a livello internazionale, come Massimo Bottura, Niko Romito, Pascal Barbot, Christian Bau, che collaborano con gli chef locali per dar vita a un evento di alto livello.

Cosa fare nel ticinese: non solo enogastronomia

ticino turismo

L’enogastronomia, naturalmente, non è l’unica ragione per visitare la regione di Lugano. Storia, architettura, sport, cultura, spettacoli: situata in una posizione splendida, in riva al lago Ceresio e incorniciata dalle montagne, Lugano è la meta adatta sia per gli amanti delle attività sportive, sia per chi preferisce passare le sue giornate tra i musei.

In ogni mese dell’anno un fitto calendario di eventi mondani e culturali danno la possibilità ai visitatori di godersi la città, scoprendone sempre nuovi aspetti. Da segnalare, sul fronte musicale, l’Estival Jazz o Blues to Bop, e poi le rassegne di teatro e danza proposte da LuganoInScena per il nuovo centro culturale LAC, eventi di intrattenimento per famiglie come Natale in Piazza, Pasqua in città o la Festa d’Autunno…

Cosa aspettate a organizzare un viaggio nel Canton Ticino? Per maggiori informazioni:

Ente Turistico del Luganese
Via Nizzola 2, 6901 Lugano
Tel. 058 8666600
www.luganoturismo.ch


Leggi anche:

Alla scoperta dei vini svizzeri. Il Vallese (1^ parte)

Alla scoperta dei vini svizzeri. Il Vallese (2^ parte)

Alla scoperta dei vini svizzeri. Il Vallese (3^ parte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *