In Vetta con Gusto in Alta Badia

In vetta con gusto in Alta Badia

In Vetta con Gusto in Alta Badia è un richiamo per tutti coloro che amano la buona cucina e la vita all’aria aperta nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO

Norbert Niederkofler, Matteo Metullio, Nicola Laera, Cristina Bowerman, Sebastiano Lombardi, Giancarlo Morelli, Giancarlo Perbellini, Nicola Portinari: sono i protagonisti della nuova edizione di In Vetta con Gusto in Alta Badia, una delle numerose iniziative volte allo sviluppo del turismo enogastronomico nella splendida valle dolomitica nota tanto per le sue montagne quanto per i ristoranti stellati.

Tema portante dell’edizione 2017, la nona, sarà l’arcobaleno di colori che caratterizzano gli ingredienti utilizzati dagli chef stellati coinvolti nell’iniziativa: dai gialli e arancioni intensi di limoni, arance, carote, che contengono beta-carotene, potassio e vitamina C, alle varie tonalità di verde di asparagi, carciofi, fagiolini, ricchi di clorofilla, fibre e calcio.

A questo tema, che unisce estetica e salubrità degli ingredienti, si ispirano i piatti degli chef coinvolti. A ognuno è assegnato un colore che deve essere il protagonista della ricetta pensata per essere proposta in uno dei rifugi che aderiscono a In Vetta con Gusto in Alta Badia. Gli escursionisti potranno così farsi sorprendere dal gusto di piatti gourmet in alta montagna.

rifugi alta badia

  • Norbert Niederkofler (St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina, San Cassiano) – colore bianco – per il rifugio Lée ha creato Mangianeve, un dessert a base di mousse di yogurt del maso, coulis di lamponi e croccantino.
  • Matteo Metullio (La Siriola dell’Hotel Ciasa Salares, San Cassiano) – colore giallo – al rifugio Pralongiá propone gli gnocchi di patate allo zafferano su crema di peperoni gialli bruciati, profumo di limone, insalata di rape gialle e chips di polenta.
  • Nicola Laera (La Stüa de Michil dell’Hotel La Perla, Corvara) – al rifugio Col Alt presenta le capesante scottate su testina di vitello, cipolla rossa all’agro, carote viola e jus al cassis.
  • Nicola Portinari (La Peca, Lonigo) – colore verde scuro – per il rifugio Jimmi ha creato un raviolo aperto con ragout di cervo al melone e salsa al cassis.
  • Giancarlo Perbellini (Casa Perbellini, Verona) – colore verde chiaro – al rifugio I Tablà presenta la crema di riso e sedano fredda, coregone affumicato, crostoni e olio crudo.
  • Giancarlo Morelli (Pomiroeu, Seregno) – colore viola – al rifugio Crëp de Munt propone la lombatina di cervo candita al rabarbaro e senape con cubi di polenta bianca.
  • Sebastiano Lombardi (Il Pellicano, Porto Ercole) – colore arancione – per il rifugio Mesoles ha realizzato un baccalà croccante, su crema di patata e carote e cipollotto, cime di rapa, caramello di lampone.
  • Cristina Bowerman (Glass Hostaria, Roma) – colore rosso – al rifugio Bioch presenta le tagliatelle con succo di rapa rossa con pesto di erbe locali e pinoli grattati come formaggio.

Ogni piatto sarà accompagnato da un vino dell’Alto Adige, scelto accuratamente da un sommelier locale. L’iniziativa si svolge durante tutto il periodo estivo.

Scarica il programma completo di In Vetta con Gusto in Alta Badia: programma estate 2017

L’estate in questa bellissima valle sarà inoltre animata da molti altri eventi, dalla cena sotto le stelle del 13 luglio alla Dolomitica del 4 agosto, alla cena con l’orso di fine agosto presso il “Museum Ladin Ursus ladinicus”. Per essere sempre aggiornati e per organizzare il viaggio consultate il sito ufficiale dell’ufficio del turismo dell’Alta Badia: www.altabadia.org


Leggi gli altri consigli di viaggio di Via dei Gourmet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *