Mauro Uliassi dialoga con Roy Paci a Regine e Re di Cuochi

mauro uliassi

“Maestri di composizione ed esecuzione: una spadellata di note” è il titolo dell’incontro in programma il 23 maggio alla Palazzina di Caccia di Stupinigi (Torino) che vede a confronto lo chef Mauro Uliassi e il musicista Roy Paci, moderati da Fulvio Albano.

Si tratta di uno degli incontri “Connecting Minds” legati alla mostra Regine e Re di Cuochi, attiva fino al prossimo 5 giugno 2016 e dedicata alla cucina d’autore italiana. Una serie di appuntamenti che cercano di mettere a confronto professioni ed esperienze di realtà apparentemente diverse, ma unite da obiettivi e metodologie comuni.

Mauro Uliassi

Nasce a Senigallia nel 1958, ed è proprio in riva al mare di Senigallia che nel 1990, insieme alla sorella Catia, decide di aprire il suo ristorante. I due iniziano la loro attività senza troppe ambizioni, ma le loro qualità, in cucina e in sala, emergono in maniera naturale portando il ristorante alla prima stella Michelin già nel 1995. Uliassi propone una cucina di grande piacevolezza, in cui la dimensione tecnica si nasconde nell’apparente semplicità. Piatti a dir poco golosi quelli da lui preparati, come la celebre Albanella di molluschi e crostacei, ormai un classico della cucina contemporanea italiana, o gli exploit rockettari sulle interpretazioni della cucina di caccia. È un personaggio divertente e scanzonato, con una grande passione per la musica jazz, caratteristiche queste che si ritrovano nei suoi piatti.

Roy Paci

Nasce ad Augusta (Siracusa) nel 1969. Inizia a suonare la tromba fin da giovanissimo, e le sua capacità e il suo talento lo porteranno dopo non molti anni ad esibirsi nei locali jazz più famosi di tutta Italia. Negli anni Novanta trascorre un periodo in Sud America, seguito poi da viaggi in Senegal e nelle Isole Canarie, tappe che si riveleranno fondamentali per lo sviluppo delle sue influenze musicali e per una crescita dal punto di vista compositivo. Nella sua ventennale carriera ha suonato, scritto, collaborato con artisti italiani come Negrita, Vinicio Capossela, Piero Pelù, Samuele Bersani, Luca Barbarossa, Linea 77, Subsonica, Marlene Kuntz, ma anche stranieri quali Manu Chao, John Edwards, New York Ska Jazz Ensemble, Trilok Gurtu, Tony Levin, Macaco, Mike Patton. Ha preso parte a centinaia di progetti discografici di varia natura, ha collaborato ad alcuni dei programmi televisivi di maggior successo degli ultimi anni, e ha regalato al cinema molte sue canzoni.

Fulvio Albano

L’attività artistica di Fulvio Albano comprende la partecipazione a numerosi festival jazz internazionali tra cui: JVC Roma, JVC Torino, EBU Helsinki, Blues to Bop di Lugano, International Jazz Festival di Praga, European Jazz Festival di Hanoi e Ho Chi Minh City, Ciak Milano, Eurofestival Ivrea, Estival Jazz Lugano. Ha collaborato stabilmente con la Rai e con il Teatro La Fenice di Venezia, e attualmente è direttore della Torino Jazz Orchestra. Ha suonato con musicisti del calibro di Gianni Basso, Dusko Gojkovic, Johnny Griffin, Ernie Wilkins, Alvin Queen, Tony Scott, Lee Konitz, Franco Cerri, Benny Bailey, Slide Hampton, Bob Mover, Jimmy Cobb, Tom Kirkpatrick, Bobby Durham, New York Voices, Dado Moroni, Tullio De Piscopo, Phil Woods, Dee Dee Bridgewater, Uri Caine, Tom Harrell, Eliot Zigmund, Jerry Bergonzi, Gary Smulyan, Phil Harper, Terell Stafford, Bobby Watson e Scott Hamilton.

Appuntamento nella Sala dei Camini della Palazzina di Caccia di Stupinigi il 23/5/2016 alle ore 19.00.

Ingresso libero – prenotazione obbligatoria tramite il form – http://bit.ly/RRDC_Talks

Per sapere tutto su Regine & Re di Cuochi clicca qui.



Leggi tutte le ultime notizie enogastronomiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *