Casadonna, Niko Romito e il Reale

L’11 agosto ha aperto ufficialmente la nuova sede del ristorante di Niko Romito, il Reale a Casadonna. Come anticipato anche nella nostra recensione di qualche mese fa, lo chef abruzzese si è trasferito da Rivisondoli a Castel di Sangro, spostandosi di soli 16 chilometri, ma ampliando i propri orizzonti, dando vita a un progetto moderno e di ampio respiro, che va oltre la ristorazione.

All’interno del bellissimo complesso ricavato da un ex convento cinquecentesco, infatti, è stato allestito il ristorante, naturalmente, ma anche sei eleganti stanze per prolungare la sosta dopo una cena stellata, e soprattutto un laboratorio e centro di formazione professionale, che è una scuola di alto livello per chef che potrà interagire con il Reale e contribuire allo sviluppo della sua cucina.

All’esterno poi sono state impiantate vigne in altura (a 860 metri s.l.m.) di pecorino, riesling e pinot nero, oltre a un orto con giardino delle erbe aromatiche e un frutteto (meli, peri, mandorli e ciliegi). Infine è stato realizzato un punto di produzione del miele, con la collaborazione dell’ormai celebre azienda Mieli Thun.
A Niko Romito va un grosso in bocca al lupo. Seguiremo con attenzione ed entusiasmo la crescita di questo bellissimo progetto.
casadonna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *