Olio Aromatico Sedano Frantoio Muraglia

Olio Aromatico Sedano Frantoio Muraglia

Solitamente non siamo grandi amanti degli oli aromatizzati, che tecnicamente – non essendo il prodotto della sola spremitura meccanica delle olive, ma contemplando altri ingredienti usati appunto per aromatizzare il prodotto – esulano dalla categoria dell’olio extravergine.

Tuttavia, anche questa nicchia di prodotti negli ultimi sta decisamente alzando l’asticella della qualità e ci sono diversi produttori che – partendo da un prodotto di base di alto profilo, lavorando olive sane nel migliore dei modi e aggiungendo solo ingredienti freschi lavorati insieme alle olive e non aromi artificiali – riescono a tirare fuori dei prodotti interessanti e molto apprezzati dal mercato.

È il caso degli Aromatici del Frantoio Muraglia, azienda pugliese a gestione familiare, oggi guidata con piglio deciso da Savino Muraglia, che negli ultimi anni si è fatta conoscere per la qualità dei prodotti e per i packaging di grande impatto che legano il design moderno alla tradizione artigiana della ceramica pugliese.



Olio aromatico sedano Frantoio Muraglia, l’assaggio

Ultimo arrivato nella gamma degli aromatici – che comprende anche limone, zenzero e peperoncino – è questo condimento al sedano ottenuto della frangitura contemporanea di olive e sedano fresco coltivato in Puglia.

All’assaggio si rivela molto piacevole nella sua fresca aromaticità in cui le note di sedano si armonizzano delicatamente ma in maniera ben definita con quelle dell’olio. Con il suo profumo che accentua le fragranze dei piatti si presta ad accompagnare crudi di mare e ricette come l’insalata di polpo, per le marinature di pesce o per condire ricche insalate estive.

oli aromatici frantoio muraglia

Frantoio Muraglia
Via San Candido, 83
Andria (BT)
+39 0883 1950959
www.frantoiomuraglia.it

 

LEGGI ANCHE:

Conoscere l’olio extravergine d’oliva: 5 consigli da Luciana Squadrilli e Simona Cognoli

Olio, Lo straordinario mondo dell’olio extravergine di oliva

Tutte le degustazioni a cura di Simona Cognoli e Luciana Squadrilli

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *