Musigny ’95 Domaine Comte Georges de Vogüé

Il cru: sicuramente tra i più grandi; l’annata: non grandissima ma “classica” e molto interessante nelle sue espressioni migliori; il produttore: un mito.
Detto questo dobbiamo ammettere di non essere rimasti particolarmente entusiasti di questa bottiglia, anzi, forse a prevalere è un po’ di delusione.

Nei profumi le note terrose e di china sono accompagnate da delicate note speziate. Al palato è cupo, compatto, un po’ rigido e contratto con dei tannini così duri che francamente ci lasciano perplessi. Un vino un piuttosto scorbutico, algido nella sua “distanza” e francamente, visto il nome e il prezzo, inadeguato.

Domaine Comte Georges de Vogüé, rue Sainte-Barbe, 21220 Chambolle-Musigny

  • Valutazione: due_quadri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *