Chapelle Chambertin 2006 Cecile Tremblay

A me questo vino di Cecile Tremblay, allieva della mitica Madame Lalou Bize-Leroy, non è proprio piaciuto.
È sicuramente un bel vino rosso, ma francamente pensando a Chambertin, e addirittura anche solo alla Borgogna, fatico un po’ a collocarlo in maniera adeguata.
Forse è colpa di una speziatura al naso decisamente sopra le righe, o forse di un palato francamente pesante e privo di quella energia che mi aspetterei da questo Cru e da questa annata, fatto sta che a mio parere in questa fase (diamogli un’altra possibilità) ha ben poco da dire. 
 

  • Valutazione: due_quadri

Commenti

  1. Francesco Nobile dice

    Beh, caro Diario, mi spiace ma non sono per niente d’accordo con te.
    L’eleganza dei vini di Cècile, a cominciare dal Chambolle Musigny Les Feusselottes, o dal Vosne Romanée Les Beaumonts e finire al Echezeaux Du-Dessus sono,per quei pochi fortunati che hanno la fortuna di degustarli, vista la piccolissima produzione, un ricordo a dir poco indelebile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *