Cipro gastronomica, fra Grecia e Turchia

Cipro-vacanze

Cipro: due culture a confronto/scontro in un’unica isola. Senza tediarvi con nozioni sulla storia che ha caratterizzato gli ultimi cinquant’anni ciprioti, mi limito a dire che nella stessa isola – definita (non a torto) ultima perla del Mediterraneo – c’è una parte greca e una parte turca, dove la lingua ufficiale è ovviamente il turco e l’Islam lo si respira ovunque. Due culture separate da una linea fatta di muri e filo spinato che attraversa anche la capitale Lefkosia, città letteralmente spaccata in due.

In questa ex colonia britannica si può fare ogni tipo di vacanza, dal relax assoluto nella penisola di Karpas alla vita mondana, molto mikonosiana, di Agia Napa.

Il minimo comun denominatore è, gastronomicamente parlando, la materia prima d’eccellenza che scarseggia nella varietà ma eccelle nei sapori e nella qualità: c’è un’ottima carne di agnello, che il più delle volte viene trasformata in polpette (un’autentica droga), l’immancabile hallumi, formaggio di latte di pecora o di capra che viene quasi sempre servito grigliato, i sempre presenti pomodori, cetrioli e olive, proposte in tutte le salse, con aglio, arancia, scorzette di limone o semi di coriandolo.

Provate assolutamente tahini, una sorta di paté a base di sesamo, hummus e tzaziki. Dulcis in fundo, nella parte greca deliziatevi con i galaktoboureko, dolci fatti con pasta fillo e budino di semolino, e in quella turca con l’halva al pistacchio, una specie di torrone fatto con pasta di sesamo.

Cipro-halva

Dove mangiare questa carrellata di bontà? Ovviamente nelle taverne, immancabili in ogni città o paese. Come sceglierle? Se sono popolate da ciprioti catapultatevi dentro: siete in una botte di ferro. A Cipro c’è n’è per tutti i gusti e tutte le tasche.

Cipro-Ttappis

Vacanziere 1: La vacanza sole, mare e amore non fa per voi? Dirigetevi verso Agia Napa ovvero il paradiso dei festaioli e degli afterini. Qui non fatevi mancare l’aperitivo nella spiaggia Nissi, dove le acque basse, calme e limpide sono separate da una lingua di sabbia bianca e finissima. Per l’ora di cena il consiglio è di allontanarsi per un attimo dalla baraonda di locali e localetti palesemente turistici e di andare da Ttappis tavern. La specialità della casa? Pita, pita e ancora pita, con un’esplosione di sheftalia (le polpette o piccole salsicce di cui vi ho parlato sopra) e di souvlaki. Se siete fortunati e quel giorno c’è il lesso, prendetelo perché la chicca sta nell’aggiunta di cannella che pervade ma non invade il sapore dell’ottima carne. Qui il servizio è ottimo: dai camerieri al proprietario, bravi, bravi tutti.

Cipro-blue-sea

Vacanziere 2: Siete degli intramontabili romanticoni? Non perdetevi le spiagge della penisola di Karpas e passate almeno una notte da Blue Sea. Qui il lusso non è di casa ma la cortesia e la serenità del proprietario vi faranno sentire proprio a casa, senonché, affacciandovi al balconcino della vostra stanza vi renderete conto che (fortunatamente) a casa non siete, ma siete proprio sopra il mare. Dormire cullati dalle onde non ha prezzo, per non parlare delle coccole mattutine fatte di uova, hallumi, yogurt, miele e pane scaldato a puntino che vanno a comporre una colazione sostanziosa e non a buffet. Per la cena non dovete neppure prendere la macchina: rilassatevi e fatevi consigliare da Mesut, vi dirà qual è il pesce pescato dal fratello il giorno stesso. Ottimo il pesce spada e divina la frittura di calamari che, non me ne voglia, supera anche quella di mia mamma.

Cipro-Costas

Per tutti i tipi di vacanzieri arriva comunque il momento di fare la valigia del ritorno, quella con tutti i vestiti stropicciati e alla rinfusa, quasi a voler dire: io da qui non me ne voglio andare. In questo momento difficile viene in soccorso la taverna Costa’s che si trova proprio a quindici minuti dall’aeroporto di Pafos. Fatevi inebriare dai mezé, ovvero un tour de force gastronomico tipicamente cipriota fatto di tanti piccoli piatti di hummus, tzatziki, tahini, sheftalia, hallumi, lonza, souvlaki ma anche costolette d’agnello, fegato grigliato e per finire frutta e gelato. Così, per concludere in bellezza la vostra vacanza 2013.

Gli indirizzi:

Ttappis Tavern STADIOU 92, 5280 Paralim, Famagusta, Cyprus

https://www.facebook.com/pages/Ttappis-Tavern/100756296742632

Blue Sea Dipkarpaz köyü, İskele Mersin 10 TURKEY

http://www.blueseahotelkarpaz.com

Costa’s Tavern Katsiri 4, Peyia, Paphos, Cyprus

http://costastavern.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *