Porto Fluviale – Roma

porto-fluviale-roma
Indirizzo:via del Porto Fluviale, 22 - 00154 Roma
Telefono:06 5743199
Sito internet:www.portofluviale.com
Giorno chiusura:nessuno (orari: 10.30 - 2.00)
Fascia di prezzo:25-35 euro
Tipo di locale:trattoria, pizzeria, griglieria, cocktail bar, streetfood
Carte di credito:tutte
Andateci per:la pizza, l’apertura perenne, l’atmosfera friendly

Porto Fluviale è un grande locale polifuzionale aperto dalla mattina alla tarda serata, per un’offerta a tutto tondo, che spazia dalla pizza alla cucina romana, ai cicchetti per l’aperitivo.

Le Recensioni di Via dei Gourmet:

  • Porto Fluviale è il classico nuovo indirizzo difficilissimo da incasellare in una categoria: pizzeria, trattoria, griglieria, bar, take away… un’attività complessa tanto da definire quanto da gestire, che a gennaio avevamo inserito nella sezione “gourmet” – non senza dubbi – e che ora abbiamo deciso di trasferire nella sezione “cucina romana e trattorie” perché lo stile giovane e informale e i prezzi popolari ci fanno pensare che per Porto Fluviale sia più adeguata questa categoria.

    Questa volta la nostra attenzione si concentra sulla pizza – sensibilmente migliorata rispetto ai primi mesi di apertura – proposta in doppia versione: romana, bassa e croccante, o napoletana, col cornicione morbido. In tutti e due i casi l’impasto è lievitato a lungo e i condimenti sono azzeccati e ben dosati.

    Ci sono piaciute in particolare la focaccia con stracciatella e culatello, la napoletana (con salsa di pomodoro, fiordilatte e alici di Cetara) e la patate e carciofi (con fiordilatte, patate e carciofi di Terracina), accompagnate Vi segnaliamo invece la recente partenza di Pino Mondello, ora al banco della neonata Vineria Litro.

    • Valutazione: due_cuori_m


  • Recensione di Federico Iavicoli del 19/01/2013:

    C’è la premiata ditta Laurenzi Consulting, supportata dal fido architetto Roberto Liorni, dietro a una delle aperture più attese e importanti dell’anno nel panorama romano.

    ‘Gusto reloaded, quasi quindici anni dopo? Non siamo tanto distanti dalla realtà, a cominciare dallo stile “ristorantizio romano moderno” e post industriale che ha già caratterizzato altre opere del fidato binomio e che qui, a pochi metri dal “ponte di ferro”, pare decisamente indovinato.

    Ma veniamo all’esperienza, alle cose belle e meno belle. Tra le prime un servizio sorridente ed efficace, malgrado l’elevatissimo numero di coperti, l’ottima FluviAle (realizzata appositamente da Birra del Borgo), i prezzi contenuti, l’offerta super diversificata e un valore aggiunto come Pino Mondello, king of Rome in fatto di bere miscelato, al vostro servizio in orario aperitivo.

    Le cose meno belle purtroppo riguardano la cucina, stando alle nostre prime esperienze; fritti così così e in un’occasione arrivati in tavola un po’ freddini, discreto il crostino con mozzarella e alici, discreto il timballo di anellini al forno, men che discreto il mezzo galletto arrosto alle erbe, gustoso il burger due carni (manzo e maiale con senape e broccoletti).

    Sul fronte pizza per il momento abbiamo provato solo la “napoletana”, con un impasto a lunga lievitazione e condimenti “classici” o moderni”, ma c’è anche un forno dedicato agli amanti della romana; la domenica a pranzo c’è anche il buffet.

    È impossibile nascondere un filo di delusione, ma le grandi navi richiedono tempo per raggiungere la velocità di crociera: attendiamo fiduciosi.

    • Valutazione: due_picche

Commenti

  1. Sasha dice

    Io la pizza l’ho trovata ottima(quella romana), soprattutto perchè riuscivo a distinguere il sapore autentico di ogni cosa. Ma l’ho provato una volta soltanto, credo proprio che dovrò tornarci..

  2. Erica Battellani dice

    E’ una buona informazione questa Sasha, grazie. Trovare una pizza romana ben fatta non è facile… Proveremo presto anche noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *