Festa del gelato da Settembrini

gelati
14, 15 e 16 giugno: tre giornate dedicate al gelato artigianale da Settembrini, il famoso ristorante di Roma. Reduce da grandi successi in cucina, lo chef di Settembrini, Luigi Nastri, sta ora dedicandosi anche al gelato studiando nuovi gusti e nuove tecniche artigianali.
Per inaugurare questa stagione, Settembrini ha così invitato 3 famosi maestri gelatai, che per la “Festa del gelato” proporranno uno dei loro gusti più celebri:
• Venerdì 14 giugno, Raffaele Del Verme della gelateria “Di Matteo”, Torchiara (SA), aprirà le danze con il suo famoso fichi al cioccolato, gusto vincitore, nel 2012, dello Sherbert festival di Cefalù.
• Sabato 15 giugno sarà la volta del Savoia Cheese Cake di Giulio Rocci ed Emanuele Monero della gelateria torinese “Ottimo”, partner della storica casa dolciaria Pastiglie Leone.
• La giornata di chiusura, domenica 16 giugno, vedrà ospite il gusto bunet del famoso artigiano torinese del gelato Alberto Marchetti che, nella preparazione del suo mantecato, si lascia ispirare da grandi materie prime e dal rispetto della tradizione.
Accanto a questi, un gusto speciale ideato da Luigi Nastri: fiordilatte allo yogurt e gelso nero.
Assaggi gratuiti, omaggi sul gelato da asporto e sconti sull’offerta di Settembrini faranno da cornice alla festa del buon gelato artigianale.

IL PROGRAMMA DELLE TRE GIORNATE
Venerdì 14 giugno, dalle ore 13.00 fino all’ora dell’aperitivo, la gelateria “Di Matteo” a Torchiara (SA) presenta “fichi al cioccolato”
Che Raffaele Del Verme sarebbe diventato un maestro gelataio era scritto nella storia di famiglia. Già il nonno, negli anni ’30, iniziò a produrre gelato, poi fu la volta del papà, e infine, questa “dolce sorte” è toccata anche a lui. Oggi, a Torchiara (SA), nel cuore del Cilento, Raffaele dirige con passione la gelateria Di Matteo, deliziosa bottega del freddo divenuta famosissima per la sua storicità ma anche per il gusto fichi al cioccolato, ispirato ad un’antica ricetta cilentana.
Secondo la tradizione, si riempiva il fico con mandorle e scorza di limone e si immergeva il frutto ripieno nel cioccolato. Questo dolce era considerato un dono di grande pregio. Nella versione gelato si prepara una base di cioccolato e si aggiungono fichi bianchi del Cilento, mandorle e scorza di limone frullati. Il gusto è stato vincitore dell’edizione 2012 del concorso internazionale gelato del Mediterraneo “Procopio dé Coltelli”, nell’ambito dello Sherberth festival, svoltosi a Cefalù, in Sicilia, e dedicato a Francesco Procopio Cutò, maestro gelatiere palermitano che esportò il gelato in Francia aprendo il Café “Le Procope”.
Tra le specialità della gelateria Di Matteo, mandorla e noci, miele, noci e pera e fichi al cioccolato. Granite al limone, gelso e fragola di bosco.
Gelateria Di Matteo
Piazza A. Torre 13/15 – Torchiara (SA)
Tel. 097 4831012



Sabato 15 giugno, dalle ore 13.00 fino all’ora dell’aperitivo, la gelateria “Ottimo” di Torino presenta il gusto “Savoia Cheese Cake”
Dalla passione per le cose buone, dall’esperienza e dalla fantasia sono nati a Torino, quasi 5 anni fa, due nuovi indirizzi dedicati al gelato. Le gelaterie si chiamano “Ottimo” e si trovano entrambe in centro città. Gli inventori di questi luoghi accoglienti e colorati sono due giovani curiosi e brillanti, Giulio Rocci ed Emanuele Monero. Unica è poi l’origine dei loro gusti gelato: quasi tutti, infatti, sono sviluppati in partnership con Pastiglie Leone, storica casa dolciaria torinese di proprietà della famiglia di Emanuele, che con la gelateria condivide principi di artigianalità e genuinità, mestiere e competenza. Al banco dei punti vendita, mentre un angolo della bottega presenta la linea delle specialità Leone, si alternano circa quaranta gusti e nuove idee si aggiungono ogni giorno: c’è la crema Saint-Tropez, ispirata alla torta tropiziana della famosa pasticceria torinese Uva; limone e salvia, da una ricetta di famiglia, e il cioccolato al sale di Mozia (una delle più antiche saline del Mediterraneo) a base di cioccolato Leone al 74% con scagliette di cioccolato e cristalli di sale. Tanti gusti nascono da emozioni e suggestioni del passato e dalla voglia di sperimentare, restando fedeli alla tradizione. Chiare le regole di ogni ricetta: pochi ingredienti, prodotti naturali e nessun miglioratore di sapore per dare vita ad un gelato antico ma un nuovissimo e con pochi zuccheri.
Tra le proposte estive spiccano il cioccolato bianco con albicocche e zenzero e la noce di macadamia, introvabile in qualsiasi altra gelateria della città. Inoltre, le granite siciliane (tradizionali o particolari come arance e basilico, albicocche e zenzero), i sorbetti con il 60% di frutta fresca e le cioccolate calde (al latte, fondente e al gianduia) rigorosamente senza addensanti.
In occasione della festa del gelato di Settembrini presenteranno il gusto Savoia Cheese Cake, un cheese cake in stile piemontese preparato con seirass (tradizionale ricotta locale), salsa di lamponi al vermut e crumble di paste di meliga, biscotti tipici della zona del cuneese a base di farina di mais.
Gelaterie Ottimo
Via San Francesco d’Assisi, 3 – Torino
Corso Stati Uniti, 6 – Torino
Tel. 011 5069553 /011 19504221



Domenica 16 giugno, dalle ore 13.00 fino all’ora dell’aperitivo, gelateria Alberto Marchetti di Torino con “il bunet”
In quel di Torino c’è Alberto Marchetti: materie prime accuratamente selezionate nell’atelier di Corso Vittorio, a pochi passi dal parco del Valentino. L’insegna della gelateria è la sua firma e questa scelta riflette perfettamente l’autenticità, la trasparenza e la passione che guidano Alberto nella preparazione del suo gelato.
“Oggi faccio il mio gelato con dedizione, semplicità, rispetto della tradizione. Scelgo con cura le materie prime dedicando tempo alla conoscenza e all’approfondimento. Per stabilire cos’è buono vado oltre le etichette, mi affido alla ricerca. Non mi interessano le denominazioni, finché non tocco con mano non sono contento. Per selezionare la materia prima io ricerco, assaggio, mi informo”.
Alberto, gelatiere da generazioni, ha saputo farsi ispirare dall’arte tradizionale ascoltando e studiando l’evoluzione del gusto.
Il suo gelato segue realmente le stagioni, gustoso, cremoso, genuino. La nocciola “felice di essere tonda” è la migliore di Torino ma valgono una visita anche fiordilatte, gianduja, torroncino, crema all’uovo, cioccolato extrafondente e zabaione. Molto richiesti anche i particolarissimi farina bona (farina di granoturco), croccante e i sorbetti, preparati solo con acqua, zucchero e frutta fresca. In questo periodo è possibile assaggiare una pesca sublime ma i veri gourmet non possono fare a meno, in stagione, della fragolina profumata di Tortona.
Da Settembrini troverete il suo gelato al bunet, dolce tipico della tradizione piemontese a base di amaretti e cacao amaro.
Gelaterie Alberto Marchetti
Corso Vittorio Emanuele II, 24 – Torino
Tel. 011 8390879
Via XX Settembre, 48 – Alassio (SV)
www.albertomarchetti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *