Al Vinitaly 2013 La Vis presenta i propri soci

La cantina LaVis si presenta al Vinitaly 2013 stretta e unita più che mai ai propri soci, che sono i veri animatori degli stand del gruppo. I soci sono presenti alla manifestazione a rappresentare di volta in volta un vino, il loro, abbinato ad alcuni prodotti gastronomici.
Silvino-Moser-Aquila-Reale-Cesarini-Sforza
Mossa dai valori della cooperazione ai quali si è sempre ispirata, la cantina di LaVis ha dato luce e spazio ad ogni progetto proposto dai suoi soci. Lo sviluppo di un marchio tutto altoatesino come Dürerweg di meno di un anno fa, il potenziamento e la valorizzazione di Cembra cantina di montagna, la realizzazione di una linea di vini biologici, sono solo alcuni degli esempi.
La cantina di LaVis ha inventato di fatto un nuovo modo di intendere la cooperazione vitivinicola trentina raccontando le peculiarità di vigne d’elezione e le capacità imprenditoriali dei propri soci.
Gianni-Franch-Valtini-Sauvignon CembraIl socio diviene addirittura il “titolare” in taluni casi di un vino, di una referenza. È il caso ad esempio di Stefan Masetti, proprietario della secolare vigna circondata da mura nel centro storico di Salorno. Burbero, deciso e ostinato come l’autoctono Lagrein Masetti Cent’anni che a lui e alla sua famiglia è stato dedicato, Stefan coltiva, quasi accudisce ormai dal 1974 le vigne ereditate dal padre. A Cembra il giovane socio Roberto Nicolodi gestisce la vigna Cancòr con la stessa dedizione e passione che accomuna le famiglie contadine della valle di Cembra. Come il fine e riflessivo Riesling renano di questa pregiata vigna, che prima di raccontarsi necessita di essere mosso, ossigenato, quasi stuzzicato, Roberto non è un uomo di tante parole. Tamara invece è la mamma della giovane socia, Elena Maria, della vigna Mas del Diaol. Instancabile, grintosa, Tamara coltiva da sola i quattro ettari di vigna che circondano il maso, interamente dedicata allo chardonnay. Autorevole, autentico e ricco, come le cure che riceve, lo Chardonnay Mas del Diaol rappresenta certamente una delle massime espressioni che questa varietà può raggiungere in Trentino.
Tanti gli esempi di vini selezionati che raccontano le specifiche di un territorio, di una famiglia o di un socio, che cantina LaVis ha deciso di proporre separatamente in bottiglie numerate. Singolari vini che non possono essere offuscati in una grande massa, ma che devono e vogliono essere commercializzati separatamente. Al Vinitaly 2013, negli stand del Gruppo La-Vis sono quindi i soci a raccontare i loro prodotti, gli aneddoti che sono dietro ad ogni vendemmia. Ogni giorno si presentano in abbinamenti a prodotti gastronomici i vini delle diverse realtà del gruppo. Un susseguirsi di momenti intensi da non perdere, nei quali conoscere i territori, le persone e le filosofie che li animano. Tante inedite novità che arricchiscono la consueta presentazione della nuova annata.
 
 
 
[Nelle immagini: in alto Silvino Moser, Aquila Reale Cesarini Sforza; a sinistra Gianni Franch, Valtini Sauvignon Cembra]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *