Gigondas

gigondas

La denominazione Gigondas ha ottenuto il rango di Cru nel 1971 e si estende per circa 1250 ettari, tutti compresi nel territorio comunale, nel dipartimento della Vaucluse, la zona nord-orientale del vigneto rodaniano. Le vigne vanno dai 100 ai 430 metri di altitudine, giungendo fino ai contrafforti del massiccio calcareo delle Dentelles de Montmirail.

Il clima è caldo e secco, con circa 2800 ore d’insolazione annuali, e condizionato dal Mistral, un vento che può essere davvero molto violento, mentre la vicinanza al massiccio delle Dentelles de Montmirail provoca delle correnti ascendenti e discendenti che temperano i picchi delle temperature. La maggior parte dei vigneti sono esposti a ovest/nord-ovest, per una migliore aerazione ed essere meno soggetti al caldo estivo.

Carte_Gigondas

I suoli del Gigondas sono molteplici: ai piedi del massiccio delle Dentelles si trovano delle terrazze alluvionali dai suoli argillo-sabbiosi, con una elevata permeabilità che permette di asciugarsi rapidamente dopo la pioggia; sui pendii collinari invece i vigneti terrazzati sono impiantati su terreni marno-calcarei.
La produzione è composta per il 95% da vini rossi e per il restante 5% da rosé. Il vitigno principale è la grenache nera, che dà ai Gigondas tannini, corpo e capacità di invecchiamento. Accanto alla grenache di solito si trovano, in percentuale raramente superiore al 20%, syrah e/o mourvèdre, con in questi ultimi anni una tendenza a preferire il mourvèdre, che dà una maggiore grinta e freschezza. Altri vitigni utilizzati sono cinsault, clairette e i quasi scomparsi terret noir, counoise e picardan.

I viticoltori sono poco più di 200, un’ottantina dei quali imbottigliano la loro produzione, che consiste nell’80% del totale,  cui vanno aggiunte tre cantine cooperative. La produzione totale è di circa 40.000 ettolitri annui, con una resa massima consentita tra le più basse di Francia, 36 ettolitri per ettaro (negli ultimi dieci anni la resa ha oscillato tra i 28 – nel 2002 – e i 34 – nel 2007 – ettolitri per ettaro) .

I Gigondas, insieme agli Châteauneuf-du-Pape, sono senza dubbio i più importanti vini del Sud del Rodano e tra i migliori al mondo a base di grenache.

Leggi anche le degustazioni della Découvertes en Vallée du Rhône 2011.

gigondas-vini

gigondas-vini

gigondas-vini

gigondas-vini

gigondas-vini

gigondas-vini

gigondas-vini

gigondas-vini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *