Mazy-Chambertin ’88 Domaine Philippe Naddef

Ecco un vino che mi sembra rappresentare in pieno l’essenza di questo comune e di questo Grand Cru: quando il gioco si fa duro…
In un’annata notoriamente dalla lunga chiusura e con un produttore come Naddef, che è conosciuto per una certa “aggressività” dei suoi vini all’uscita e nei primi anni di vita, questo Mazis mostra un presente tutto da bere e da godere, con i suoi 26 anni non solo senza problemi ma che lo consegnano alla giusta maturità (anche se volendo credo lo si possa tenere in cantina ancora per un bel po’).
Insomma, un classico ‘88, austero e teso, ma allo stesso tempo di grande beva, per un vino molto piacevole, nitido e dalla precisione tagliente. In un contesto dai toni generalmente terrosi e di sottobosco, freschi ed eleganti, emergono note di spezie, frutti neri di bosco e china. Brillante e ben sostenuto dall’acidità, chiude lungo e succoso.
 

  • Valutazione: quattro_quadri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *