Annata 2007: due Soave Classico a confronto

soave-classico

Rovistando in cantina qualche giorno fa sono usciti due Soave 2007, uno di Gini e l’altro di Coffele, due dei produttori di Soave che preferisco. La tentazione di metterli a confronto è stata irresistibile. Da notare che l’annata è stata molto calda, specie in primavera, e piuttosto siccitosa in estate. Ecco com’è andata.

Soave Cl. Contrada Salvarenza Vecchie Vigne 2007 Gini

Vino di punta di Gini, proviene da vigne centenarie di uve garganega in purezza dall’omonimo cru a Monteforte, che è considerato tra i più freschi di tutta la denominazione. Bello, di buona tenuta e pienezza, ben invecchiato, è avvolgente e maturo ma ancora con una buona spinta acida e di piacevole beva. Unico neo: una leggera sfumatura dolce nel finale che, vista l’impostazione e la qualità sempre molto alta di questa etichetta (che bevo con una certa frequenza e considero tra le due-tre migliori di tutta la denominazione), non mi aspettavo di trovare. In grado di reggere la bottiglia aperta per un paio di giorni senza accusare nessuna flessione.

  • Valutazione: tre_quadri_m

 

Soave Cl. Alzari 2007 Coffele

Aperto subito dopo il Salvarenza ha davvero sofferto il confronto. Anche questo da uve garganega in purezza, proviene da vigneti situati a Castelcerino e accusa in maniera molto più evidente l’annata calda e il passare degli anni, non tanto per la presenza di toni evoluti, quanto per la mancanza di grinta e di spinta. Un vino ancora pienamente bevibile e che può anche dare qualche soddisfazione, ma complessivamente seduto, poco persistente e con toni leggermente dolci. Devo anche ammettere che di solito tra i Soave di Coffele preferisco il Ca’ Visco.

  • Valutazione: due_quadri_m

Commenti

  1. dice

    Il Soave è un gran vino, che insieme ai vini della Valpolicella ha reso famosa la provincia di Verona, e l’Italia nel Mondo. Ti consiglio (e ti auguro) di berne ancora di questi vini perchè sono ottimi. Se ti piace in generale il Soave, prova anche il Recioto sia nella versione tranquilla, sia spumante, come alternativa al Moscato. Se posso darti anche un altro suggerimento, aspetta pure qualche anno per bere un Recioto di Soave dalla vendemmia, ne gioverà il gusto e ne sarai pienamente ripagato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *