Pane e Tempesta – Roma

pane-e-tempesta-roma
Indirizzo:Via Giovanni de Calvi, 23/25 - 00151 Roma
Telefono:06 87725015
Sito internet:pagina FB
Giorno chiusura:nessuno (orari: 7.30 - 21.30)

A prima vista potrebbe sembrare la classica insegna di quartiere questo piccolo panificio che da qualche mese ha aperto i battenti in una via defilata di Monteverde. E forse è proprio così, c’è tutto il bello della semplicità e della disponibilità di un vecchio forno di quartiere nell’approccio caloroso di chi sta dietro al banco, pronto a soddisfare ogni curiosità del cliente che si avventuri nel mondo degli impasti e della lievitazione.

Ma in un’area della città ad alta concentrazione gourmet – solo pochi metri per raggiungere I Bufalini o Cristalli di Zucchero – anche Pane e Tempesta sembra pronto a dire la sua in fatto di qualità delle materie prime e bontà delle preparazioni.

Dopo l’esperienza di Farro Zero, nel laboratorio di via Giovanni de Calvi si utilizzano farine biologiche macinate a pietra per impasti sempre diversi adattati alle esigenze del prodotto. Ciò che conta però è pur sempre l’assaggio.

Si può arrivare fin qui semplicemente per acquistare del pane – sfornato ogni giorno, compresa la domenica – come il fragrante bauletto alla farina di farro, o scegliere di accomodarsi al tavolo godendo della tranquillità di un ambiente rilassato giocato su colori e materiali naturali, per concedersi una degustazione di pizza che vi verrà servita calda su un tagliere in legno.

Prima avvicinatevi al banco, dove fanno bella mostra di sé lingue di pizza sempre diverse: c’è un classico come la bianca con la mortadella, l’amatriciana che strizza l’occhio ai più golosi o il sorprendente assaggio della pizza al guacamole (impreziosito da una punta di cardamomo) con chicchi di melograno.

Ne risulta sempre un impasto tenace (che sostiene bene il condimento) e piacevolmente ruvido sul palato, ma ben alveolato, leggero e di equilibrata acidità. Da provare anche le soluzioni vegane, come la treccia ripiena di porri, zucca e cavolo nero o i dolci (se avrete la fortuna di trovarli ancora, visto che vanno a ruba).

Da bere qualche birra artigianale. Davvero ottimo il rapporto qualità/prezzo.

  • Valutazione: tre_fiori_m

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *