Veritas Restaurant – Napoli

veritas-napoli
Indirizzo:Corso Vittorio Emanuele, 141 - 80121 Napoli
Telefono:081 660585
Sito internet:www.veritasrestaurant.it
Giorno chiusura:lunedì (aperto solo a cena tranne la domenica)
Fascia di prezzo:50 - 60 euro
Tipo di locale:ristorante
Carte di credito:tutte
Andateci per:la Pera farcita alla ricotta e pepe rosa, fantastico dessert

Se qualcuno dovesse chiederci un indirizzo “garantito” nel centro di Napoli, ad esclusione delle pizzerie, non avremmo nessun dubbio: il Veritas – voluto da Stefano Giancotti, dentista gourmet, che ne ha affidato la cucina al bravissimo Gianluca D’Agostino – è ormai da anni un approdo sicuro per i gourmet napoletani.

Ci piace l’ambiente moderno e raffinato, dal décor contemporaneo con bei tocchi di colore e design senza eccessi e cadute “folkloristiche”. Ci piace l’accoglienza garbata e professionale, da parte di uno staff abituato ad avere a che fare tanto con l’affezionata clientela partenopea quanto con i turisti stranieri che risiedono nei vicini hotel di lusso, in questo tratto di corso Vittorio Emanuele a poca distanza dalla centralissima piazza Amedeo e dalla zona dei negozi chic di Napoli.

E ci piacciono decisamente i piatti di Gianluca, che oggi più che mai ci paiono “centrati” e sempre indovinati.

Il menu è un riuscito e intrigante mix tra tradizione napoletana, ispirazioni lontane e creatività.

Nelle nostre ultime visite siamo rimasti colpiti in particolare dagli antipasti: dalla zuppetta di talli e frutti di mare al lime e peperoncino – squisito incontro tra sapori mediterranei e aromi orientaleggianti, purtroppo già fuori dal menu; ma siamo certi che la passatina di borragine con mandorle e ostriche scottate sia un degno sostituto – alla fantastica triglia con finocchio stufato e salsa di arance, davvero un grande piatto tanto nella presentazione che nella realizzazione. Molto buono anche il mantecato di baccalà con ristretto di polpo e lenticchie di “Ventotene”, dai sapori intensi e veraci.

Tra i primi piatti citiamo le insolite linguine con vongole, pesto di rucola e nocciole ma pure i ravioli di formaggio con salsa alla genovese, che non lasceranno delusi anche i più ortodossi osservanti della tradizione.

Valide sia le proposte di carne sia quelle di pesce tra i secondi (filetto di baccalà con scarola e fagioli, agnello arrosto su purea di patate e puntarelle), mentre tra i dessert il nostro cuore è ormai devoto – fin dal primo assaggio, diversi anni or sono – al grande classico del Veritas, la delicata ed elegante pera farcita alla ricotta e pepe rosa che oggi fa parte del menu degustazione “dalla terra alla luna”.

Interessante la carta dei vini (e delle birre artigianali) tra cui si può scegliere molto bene tra Campania, Italia e resto del mondo – Champagne inclusa, per la nostra gioia – anche con una valida scelta al calice e la possibilità di portare con sé la bottiglia non finita al termine del pasto.

  • Valutazione: tre_picche_m

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *