Ristorante La Regola – Roma

Ristorante La Regola Roma
Indirizzo:Piazza San Paolo alla Regola, 40 - 00186 Roma
Telefono:06 66006852
Sito internet:www.ristorantelaregola.it
Giorno chiusura:mercoledì
Fascia di prezzo:35-50 euro
Tipo di locale:ristorante
Carte di credito:tutte
Andateci per:mangiare all'aperto un buon primo piatto

Pur essendo in pieno centro, Piazza di San Paolo alla Regola non si può dire che sia affollata dai turisti. Allo stesso tempo, i palazzi più importanti della politica non sorgono nelle immediate vicinanze. Quasi a voler cercare una certa coerenza con la location, il ristorante La Regola propone una cucina italiana moderna dall’accento romano, che non scende a compromessi con il gusto internazionale, in un’atmosfera conviviale distante da formalismi istituzionali.

Ristorante La Regola Roma

Ristorante La Regola Roma | Uovo poché

Si può iniziare con un grande classico come il vitello tonnato, oppure con un gustoso uovo poché, impanato e fritto, servito su crema di pecorino e porcini. I primi piatti sono sicuramente il punto di forza dell’offerta: tonnarelli cacio e pepe al dente e cremosi com’è d’uopo, la sapidità è tenuta a bada grazie a una scelta azzeccata del pecorino, mentre la spinta di quattro pepi diversi va a donare una discreta varietà aromatica. Altrettanto convincenti le linguine ai ricci di mare, con arancia e paprika affumicata: piatto piacevolmente “spigoloso” e armonico allo stesso tempo.

I secondi si dividono tra quelli a base di carne e altri di pesce. Bene il baccalà cotto al vapore e servito con spinaci e crema di peperone rosso. Le costolette di agnello iberico, dalle carni molto cedevoli, non sono il motivo per cui tornare a La Regola, sebbene la crema di finocchi e la scorza di arancia candita aggiungano un po’ di brio.

La carta dei dessert presenta dolci della casa, tra cui un appagante cannolo scomposto fatto con ricotta siciliana, ma anche le creazioni della nota e apprezzata Pasticcieria De Bellis.

Ristorante La Regola Roma

Ristorante La Regola Roma | Cannolo scomposto

Carta dei vini con etichette “rassicuranti”, non mancano però bottiglie di piccoli produttori che il sommelier si diverte a proporre soprattutto alla mescita.

Il locale dispone di due le sale e di una cantina sotterranea, oltre che di un ampio dehors esterno a pochi metri dalla bella chiesa che dà il nome alla piazza. Nessuna voglia di stupire, buoni ingredienti e una moderata dose di creatività per una cucina solida e concreta. Aperto a pranzo e cena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *