La Pineta – Bibbona

la-pineta-bibbona
Indirizzo:via dei Cavalleggeri Nord, 27 – 57020 Marina di Bibbona (LI)
Telefono:0586 600016
Sito internet:www.lapinetadizazzeri.it
Giorno chiusura:da novembre a febbraio lunedì e martedì; nel resto dell’anno martedì a pranzo e lunedì
Fascia di prezzo:80-100 euro
Tipo di locale:ristorante
Carte di credito:tutte
Andateci per:un ottimo pesce e un'atmosfera speciale in riva al mare

“I sentieri della nostra vita sono segnati da strade che percorriamo da soli o insieme ad altri. Strade già disegnate che scopriamo nel cammino oppure strade che stanno dentro di noi e che qualcuno ci indica”. Con queste parole di Luciano Zazzeri ci mettiamo in viaggio verso Marina di Bibbona, verso La “sua” Pineta, che – citandolo nuovamente – “nasce grazie a nonna Nella, a zia Serenella, a mia madre, cuoca straordinaria, che mi ha avviato all’arte della cucina, e a mio padre che mi ha fatto conoscere il mare. A loro va tutta la mia gratitudine”.

Non siamo ancora arrivati a destinazione che già siamo rapiti dalla storia e dal fascino di “questa strana baracca in faccia al mare”, come lo stesso patron Luciano ama scherzosamente definirla.

Per l’impazienza di arrivare perdiamo perfino il conto dei km da fare e in un attimo ci troviamo comodamente seduti davanti al mare. Tutto è in armonia, ogni aspettativa è fascinosamente ricambiata e mentre ancora ci guardiamo intorno, è la volta di ordinare.

la-pineta-di-zazzeri

A disposizione due menu degustazione – di 7 o 5 portate – e una carta ampia e straordinaria che è un viaggio squisito dentro il mare: tartare della Pineta; millefoglie di baccalà; trippa di mare; spaghetto vongole e bottarga; straccetti di pasta fresca con le triglie; bollito misto; pesce al rosmarino… Dagli occhi al palato, ogni preparazione è un susseguirsi di emozioni, di equilibri e di gioie culinarie e dal piatto non emerge che l’essenza vera dei prodotti, che non sono mai sciupati o imprigionati.

“Tanta della professionalità che oggi ci distingue è dovuta anche alla vicinanza di straordinari produttori di vino dai quali abbiamo imparato molto. D’altra parte i produttori di vino, per l’attenzione alla materia prima che è rimasta intatta nel tempo, forse non rinuncerebbero facilmente al nostro pesce”.

P.S. Prenotate in anticipo!

  • Valutazione: quattro_picche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *