La zuppa inglese: tutto sulla più classica ricetta di dolce al cucchiaio

zuppa inglese

Dessert squisitamente familiare, la zuppa inglese si prepara un po’ dappertutto, in tutte le varianti possibili. Si possono alternare gli strati di crema gialla con strati di crema al cioccolato. In questo caso è sufficiente amalgamare a metà della crema, finché è ancora calda, 60 g di cioccolato fondente fuso. L’Alchermes è il classico liquore per la bagna della zuppa inglese ma c’è chi preferisce usare il rum, con l’accortezza di non usarlo puro ma un po’ allungato con lo sciroppo di zucchero.

Volendo preparare un dolce senza alcool, si può pennellare il pan di Spagna con il caffè non zuccherato, preparato con la moka. La versione classica prevede la finitura finale con la meringa. Una meringa morbida che si prepara battendo a neve 2 albumi e unendo, a metà operazione, 60 g di zucchero a velo setacciato. Quando la meringa è pronta si mette, a cucchiaiate irregolari, sulla superficie della zuppa inglese molto fredda. Infine si passa per qualche minuto sotto il grill. Insomma, ce n’è veramente per tutti i gusti ma… il pan di Spagna fatelo in casa!

Scopriamo insieme la ricetta di Giunti Piattoforte…



RICETTA ZUPPA INGLESE:

Ingredienti:

250 g circa di pan di Spagna

Per la bagna
100 ml d’acqua
40 g di zucchero
scorza di limone
liquore Alchermes

Per la crema pasticcera
4 tuorli freschissimi
1/2 litro di latte
130 g di zucchero
50 g di farina 00

Per completare
una tavoletta di cioccolato fondente

Preparazione della ricetta:

Per la crema, metto a bollire il latte (meno 1/2 bicchiere) con una bella scorza di limone. Raccolgo i tuorli in una terrina, li amalgamo brevemente, poi unisco lo zucchero e la farina setacciata e li lavoro per pochi minuti con il cucchiaio di legno. Quando il composto è schiarito, lo diluisco con il mezzo bicchiere di latte freddo e, mescolando continuamente, unisco il latte caldo versandolo a filo. Continua su Piattoforte…

Scopri gli altri contenuti di Piattoforte

e la sezione tecniche e ricette



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *