CENA ITINERANTE, la XII edizione diventa il DISTRETTO A WEEKEND, a Faenza dal 17 al 19 maggio

Distretto A Weekend

Da una cena a un intero week end, tre giorni – dal venerdì alla domenica – a cura di Distretto A Faenza Art District che dunque diventa Distretto A Weekend (DAWE 2019). Il format della Cena Itinerante, nato undici anni fa a Faenza, è cresciuto per dimensioni e durata, per seguito e per ambizione. Tre giorni in cui alta gastronomia e arte si fondono fra luoghi privati, spazi istituzionali e atelier artistici della città romagnola, ospitando grandi chef, produttori, vignaioli e birrai in un percorso distribuito fra 54 luoghi urbani tra musei, studi, giardini, angoli della città, vie del centro storico.

Il tema scelto per questa edizione, illustrato nell’immagine dell’artista Cesare Reggiani, è particolarmente interessante: la gentilezza in tutte le sue accezioni, dalla formula semplice ma mai scontata del #grazieprego al sorriso, fino a gesti e parole che possono apparire superflui ma non lo sono. Da quelli che ci si scambia tra amici o sconosciuti fino alle attenzioni “universali”, come il rispetto per l’ambiente che in cucina si traduce in sostenibilità e riduzione degli sprechi.

Questi saranno i concetti cardine dell’evento di sabato 18 maggio, la cena Tempi di Recupero – dal titolo del libro di Carlo Catani – a cura di Marta Scalabrini, Migliore chef donna under 40 per la Guida Identità Golose 2018. La cuoca di Marta in Cucina di Reggio Emilia interpreterà la sua visione della sostenibilità attraverso piatti dove lo spreco sarà ridotto al minimo, presentandoli in un dialogo con l’autore, fra i fondatori ed ex dirigente dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo

Tra i protagonisti delle tre giornate ci saranno chef come Gianluca Gorini, Mattia Borroni, Omar Casali, Pier Giorgio Parini con Benso, ma anche i lievitati di Pummà e ’O Fiore Mio, il team di Postrivoro e il picnic Scamporella, per una volta organizzato in ambito urbano.

Il sabato ci saranno anche i Food Truck che porteranno per le vie cittadine diverse proposte di cibo di strada, dal più rude all’interpretazione più gourmet come ad esempio il “Magnolia to go”, il furgoncino dello chef Alberto Faccani.

Domenica 19 maggio si potrà cominciare la giornata con una colazione lenta in luoghi inusuali e affascinanti come gli atelier di artisti e le sale di palazzi storici, e poi dedicarsi passeggiate urbane, visite guidate e tappe presso laboratori, botteghe artigiane e ceramisti aperti per celebrare anche la collaborazione con l’evento nazionale Buongiorno Ceramica, nelle diverse città della ceramica italiane.

Anche diversi musei cittadini saranno aperti con eventi speciali e laboratori, ed è in programma anche la mostra collettiva “Visioni Urbane” a cura della galleria bolognese MAGMA GALLERY.

Per la cena Tempi di Recupero con la chef Marta Scalabrini è consigliata la prenotazione chiamando il 338 8166549 oppure scrivendo a distretto.a.weekend@gmail.com



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *