Sensi paralleli: dialoghi tra antico e moderno a Villa Giulia

Varie tipologie di pepe

Andare indietro nel tempo e indagare le antiche tradizioni; seguire la linea del passato che è vivo nel presente e si fa futuro. Questo l’obiettivo delle tre tappe del progetto ‘Sensi paralleli: dialoghi tra antico e moderno’. Riconosciuto dal MIBAC tra gli eventi dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018, sabato 20 ottobre al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, l’Associazione Culturale Pachis inaugura primo incontro.

Visite guidate tematiche all’interno delle sale museali seguite da momenti di discussioni, racconti e aneddoti moderati da professionisti dell’arte e dell’enogastronomia.

Il primo incontro sarà rivolto all’oro nero degli antichi: il pepe. Originario dell’India, era già presente nella Roma imperiale con innumerevoli utilizzi sia a scopo gastronomico che medico. Il fascino e la spasmodica ricerca di elementi “esotici”, simbolo di ricchezza e sfarzo, facevano delle spezie, e del pepe in particolare, un obiettivo da raggiungere con viaggi impossibili quasi a ricordare che ‘nella vita ci vuole un pizzico di pepe’.

Laura Pinelli, archeologa ideatrice del progetto e studiosa di storia della gastronomia, presenta l’intervento di Fabio Gizzi di “Emporio delle Spezie” appassionato cultore di spezie da tutto il mondo. Verranno offerti al pubblico assaggi odorosi di diversi tipi di pepe attraverso piccole ampolle e ciotole contenenti bacche e polveri, il tutto accompagnato da immagini di reperti, scavi archeologici, fonti iconografiche e letture.

I successivi incontri indagheranno il rapporto tra le donne e il mondo del vino lungo i millenni, mentre per concludere il 15 dicembre, un viaggio attraverso le opere pittoriche degli autori principali della Scuola Romana del Novecento: monumenti, colori e interpretazioni del passato attraverso gli occhi della modernità.

In breve

Aromi tra passato e presente: spezie e viaggi lontani attraverso il tempo. Il naso, la bocca e il corpo.

Ore 19.45 vista guidata con focus sul commerci con l’oriente e i materiali “di lusso”.

Ore 21.00 incontro e dibattito.

 

Successivi incontri

Sabato 24 novembre 2018

La signora del simposio: Il naso, la bocca  e il cuore.

Dialogo e dibattito in un parallelo storico lungo millenni. Studiose che interpretano le fonti antiche e donne moderne che vivono il vino.  Con Raffaella di Vincenzo, Monica Coluccia e Maria Felici Brini.

 

Sabato 15 dicembre 2018

La riscoperta dell’antico nei paesaggi pittori moderni: La Scuola Romana e la città eterna. La “vista” dell’antico. Con Armando Castagno.

Per info e prenotazioni

info@pachis.roma.it

www.pachis.roma.it

Tel: 324 6214061



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *