Re Panettone e il Festival della Gastronomia a Milano

panettone cioccolato

Due piccioni con una fava. È questo quello che otterranno i milanesi questo fine settimana al Megawatt Court. Lo spazio industriale di 9000 mq in zona Tortona inaugurato nel 2016 ospiterà infatti il 17 e 18 novembre Re Panettone e il Festival della Gastronomia, che si concluderà poi lunedì 19.

Ma andiamo per ordine. Il Festival della Gastronomia è il vestito nuovo di altri format nati dalla pancia di Witaly, che nel corso degli anni si sono trasformati e ampliati fino a diventare questo grande evento, talmente grande che si è sdoppiato (l’edizione romana che ha selezionato premiato i protagonisti del Centro Sud si è tenuta dal 27 al 30 ottobre scorsi). E se è vero che per il Festival è solo il secondo anno, per uno dei punti cardine della manifestazione, che lungi dallo scomparire è anzi diventato sempre più importante, è quasi il quindicesimo; stiamo parlando del Premio Emergente, figlio di Luigi Cremona e Lorenza Vitali che elegge il migliore chef, pizzaiolo e maître di sala dello Stivale, rigorosamente dedicato agli under 30. Altro punto saldo è la presentazione dell’ultima edizione della guida del Touring Club Italiano Alberghi e Ristoranti d’Italia che vedrà a Milano la premiazione delle migliori attività del Nord Italia per il 2019. Quest’anno al Festival ci sarà una seconda premiazione, quella di Maria Pranzo, giornalista che eleggerà i propri locali preferiti dalla sua “Guida Confidenziale ai Ristoranti Asiatici a Milano”. E poi uno speech di BNL dedicato a imprenditoria e food, masterclass e tanti artigiani del gusto che poteranno al festival il meglio della produzione italiana.

Giunta invece già alla sua undicesima edizione, Re Panettone è la prima delle tante manifestazioni dedicata ai dolci tipici del periodo natalizio. Molte le riconferme a partire dalla Certificazione Re Panettone, che contraddistingue i prodotti freschi artigianali delle pasticcerie aderenti privi di mono e digliceridi degli acidi grassi (E471). Altra vecchia conoscenza sono i Laboratori Crescendo, dove i maestri pasticceri si sporcheranno le mani assieme ai ragazzi dagli 8 ai 13 anni, mentre per i più grandi tornano le Prove d’Artista, lezioni di pasticceria lievitata in cui si affronteranno aspetti più specifici, come la decorazione con la ghiaccia o col cioccolato. Per entrambi è necessario prenotarsi dal sito (il costo è 10 € da pagare in loco in contanti).

Compie sette anni il premio I PanGiuso, sostenuta dall’azienda Giuso, leader nella produzione di frutta candita e semilavorati per pasticceria e gelateria, che premia il panettone e il lievitato più innovativi dell’anno. Per bagnarsi l’ugola ci si può recare al Wine Bar del Re, gestito da Civiltà del Bere, dove vi aspettano ben 50 etichette acquistabili sia in bottiglia che in calice, studiate per essere abbinate ai prodotti presenti all’evento, dolci e salati. E poi ancora l’angolo del caffè con Caffè Kimbo, l’area degustazioni, gli interventi degli esperti e il quiz su Milano e il suo panetùn.

L’accesso è gratuito e valido per entrambe le manifestazioni. Nel caso di Re Panettone è possibile registrarsi sul sito per ricevere l’invito; dalle 15.00 alle 16.30 l’ingresso sarà limitato ai partecipanti del gioco “Un panettone per chi conosce il panettone. E Milano” per cui è necessario registrarsi al proprio arrivo.

LEGGI ANCHE:

Le ultime notizie enogastronomiche

Tutti gli eventi in programma



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *