Ruralità Mediterranea: un progetto per la promozione del territorio campano e delle sue produzioni agroalimentari

ruralita-mediterranea

La valorizzazione delle produzioni agricole, le risorse culturali, artigianali ed enogastronomiche di qualità dei territori campani saranno i protagonisti dell’evento che viene presentato a Rest Art Rome, mercoledì 3 novembre 2015, alle ore 11.00 sul tema: «Il progetto di Cooperazione Riscoperta e Valorizzazione della Ruralità Mediterranea» a cura di 5 GAL campani: Alto Casertano, Colline Salernitane, I sentieri del buon vivere, Titerno, Vallo di Diano.

Durante l’evento, i referenti di ogni singolo territorio parleranno delle peculiarità dei loro territori in ambito storico, artistico, naturalistico ed enogastronomico, alla presenza di giornalisti, blogger e operatori del settore turistico coordinati da Giuseppe Grifeo, giornalista, collaboratore del Tempo e direttore responsabile del quotidiano online Di Roma (www.di-roma.com).

Si tratta di un progetto di cooperazione interregionale finanziato nell’ambito del PSR Regione Campania 2007/2013, nato grazie all’impegno di 5 Gruppi di Azione Locale (GAL) convinti che il turismo rurale non si compone solo di luoghi di partenze e di arrivi, ma si racconta attraverso il riavvicinamento alle tradizioni, alla storia e ai modi di vivere dei territori campani.

Il progetto, avviato a fine luglio 2015 sulla scia della programmazione regionale 2000-2006 e di cui la Regione Campania è Autorità di Gestione responsabile dell’iniziativa, si pone l’obiettivo ambizioso di aggregare le eccellenze dei territori rurali in un’offerta omogenea, denominata «Insolita Campania», proponendo un viaggio alla scoperta di risorse culturali, paesaggistiche, artigianali ed enogastronomiche che offrono qualità, accoglienza e cortesia. Il tutto secondo i principi e i valori di rispetto dell’ambiente, della valorizzazione delle produzioni agricole e della conservazione delle tradizioni.

Il marchio di qualità «Ruralità Mediterranea», cui aderiscono i GAL sopra citati, garantisce un sistema collettivo di qualità riconoscibile e di eccellenza in materia di turismo e rappresenta un valido e dinamico strumento di accreditamento di prodotti e aziende.

Le linee guida adottate per l’affiliazione al marchio si integrano perfettamente con le logiche del nuovo quadro politico per il turismo europeo adottato nel 2010 che prevede, tra l’altro, lo sviluppo di un marchio europeo per il turismo di qualità.

Nell’ambito della programmazione comunitaria sono stati definiti, infatti, una serie di principi di qualità delle imprese turistiche in termini di formazione, comunicazione e soddisfazione dei consumatori, basati su esperienze nazionali esistenti.

L’operato dei GAL, grazie alla profonda conoscenza dei loro territori, si articola nella ricerca e nell’identificazione delle eccellenze territoriali, al fine di costituire una mappatura di risorse e di operatori presso i quali viene realizzata una raccolta di dati, finalizzata a valorizzare le peculiarità dell’area e a evidenziare le logiche e i percorsi possibili tra gli elementi rintracciati.

I dati raccolti confluiscono in un portale cartografico e georeferenziato, strumento ormai fondamentale per la valorizzazione dell’offerta turistica, articolata al momento in circa 250, tra attrattori culturali e servizi.
Interverranno rappresentanti di COGEA S.r.l., società affidataria della realizzazione del progetto, che illustreranno gli aspetti operativi e le strategie di comunicazione in atto.

L’evento si concluderà con un gustoso pranzo preparato con cibi della tradizione enogastronomica di Ruralità Mediterranea e lo spettacolo teatrale “Mediterranea”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *