Workshop di cucina afghana a Cori

workshop-cucina-afganaUna giornata da trascorrere in un casale circondato da vigneti e uliveti, a Cori, a meno di un’ora da Roma, durante la quale scoprire i profumi e i sapori della cucina afghana. Il workshop, organizzato dall’Associazione Frontiere in collaborazione con l’Azienda Agricola La Volpe e L’Uva, si svolgerà sabato 26 aprile alle ore 10 e avrà la durata di 6 ore durante le quali si ripercorreranno le tradizioni della cucina afghana insieme al cuoco Shadamgul Zadran, arrivato in Italia nel 2010. Da allora, dopo aver ottenuto lo status di rifugiato politico, ha lavorato come cuoco sia per ristoranti italiani che per catering di cucina etnica.
Oltre a conoscere la cultura e le tradizioni di questo paese affascinante, durante il workshop ci sarà l’occasione per parlare della situazione degli afghani che fuggono dalla loro terra per cercare protezione in Italia e in Europa. Alla fine della lezione teorica e pratica, durante la quale tutti gli iscritti prenderanno parte alla preparazione del pranzo, si mangeranno i piatti cucinati insieme accompagnati dai vini e dall’olio d’oliva prodotti dall’azienda agricola per poi cominciare a conoscere le spezie ed il loro utilizzo. Il workshop, che prevede un numero massimo di 15 partecipanti, ha un costo di 45 euro e comprende la lezione teorica e pratica, il pranzo, una dispensa con le ricette preparate durante la giornata, una confezione di the afghano e una di spezie. Per avere ulteriori informazioni o per prenotare inviare una mail a workshop.frontiere@gmail.com o chiamare il numero 348 7500453.
L’Associazione Frontiere è nata nel 2010 per promuovere l’intercultura. Organizza corsi di formazione e scambi culturali internazionali. Progetto di punta dell’Associazione è Frontiere News, webzine dedicato ai diritti umani, l’intercultura e la geopolitica.
L’Azienda Agricola La Volpe e L’Uva, a Cori, si occupa della produzione di vini e olio d’oliva e all’organizzazione di eventi enogastronomici che valorizzino i prodotti tipici del territorio.
Shadamgul Zadran è arrivato in Italia nel 2010. Da allora, dopo aver ottenuto lo status di rifugiato politico, ha lavorato come cuoco sia per ristoranti italiani che per catering di cucina etnica.
cori-vista-dal-casolare-de-la-volpe-e-l-uva
Il menu:

  • Samosa di verdure (fagottini ripieni di piselli, patate e spezie)
  • Kabuli pulao (riso con carote, uvetta, pomodoro e zafferano)
  • Chargh (pollo con spezie) o Sabzi (misto di verdure) per i vegetariani
  • Dhal (lenticchie stufate)
  • Chuckny (salsa allo yogurt con coriandolo e frutta secca)

Il pranzo verrà accompagnato dai vini e dall’olio extra vergine d’oliva de La Volpe e L’Uva.
Programma dettagliato

  • 10 arrivo a Cori
  • 10-11 presentazione cucina, cultura e tradizioni afghane
  • 11-14 lezione pratica e preparazione dei piatti
  • 14-15.30 pranzo
  • 15.30-16.00 lezione sull’utilizzo delle spezie
  • 16.00-16.30 tè afghano con dolcetti
  • 16.30 partenza per Roma

Per ulteriori informazioni (prezzo e partecipazione) consultate il sito frontierenews.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *