Microcosmo Dolegna: la scienza spiega il terroir

Dolegna del Collio
Sabato 10 maggio, dalle 9.30, a Ruttars di Dolegna del Collio, nella Cantina Jermann, si terrà un convegno dedicato ai “microcosmi” del vino, ovvero a quello che i francesi chiamano terroir, in cui sarà analizzata l’unicità dei prodotti enologici di Dolegna: “Microcosmi DiVini – Dolegna del Collio: l’unicità di un posto e dei suoi vini”.
Analizzando l’unicità generata dal profondo legame che intercorre tra vino-vitigno-clima-suolo, i relatori approfondiranno il filo rosso che unisce vino e territorio, declinandolo nella realtà di Dolegna del Collio, un “microcosmo” piccolo, ma completo e irripetibile.
Dopo i saluti delle autorità sono previsti gli interventi di Fulvio Ursini, docente di Chimica Biologica alla facoltà di Medicina all’Università di Padova e considerato tra i massimi esperti di antiossidanti a livello mondiale; Giovanni Bigot, dottore agronomo; Maurizio Paoletti, docente di Ecologia all’Università di Padova; Fulvio Mattivi, esperto in chimica degli alimenti e responsabile del Dipartimento di Alimentazione, qualità e nutrizione nel Centro della Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige (TN); Giovanni de Gaetano, responsabile del Dipartimento di epidemiologia e prevenzione dell’Irccs Neuromed. Al termine del convegno si terrà una degustazione di prodotti tradizionali del Friuli Venezia Giulia, accompagnati dai vini delle aziende aderenti all’Associazione “Dolegna del Collio a 7 stelle”, organizzatrice dell’evento in collaborazione con il Comune di Dolegna del Collio e l’ERSA.
La giornata si concluderà alle 17 nella Chiesa dei Santi Vito e Modesto, sempre a Ruttars, con il concerto “Momenti DiVini nel melodramma italiano”, un piacevole abbinamento tra buon vino e buona musica con il tenore Cristian Ricci e il soprano Federica Morello, accompagnati al pianoforte da Silvia Carta.
Per info:
Bepi Pucciarelli
cell. 3356987484
bepi@pucciarelli.it
Carlo Comis – Presidente Associazione Dolegna del Collio a 7 Stelle
cell. 3338369990
comiscarlo@libero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *