Terra Madre per la Sardegna

terra-madre
Terra Madre si mobilita per la Sardegna: dopo la raccolta fondi attivata in occasione del Terra Madre Day 2013, Slow Food Gallura, insieme all’associazione Cuochi Galluresi, organizza un grande pranzo a Olbia pensato per quanti sono stati colpiti dal nubifragio che il 18 novembre scorso ha devastato la Sardegna.
Appuntamento dunque a Olbia, nella struttura coperta di Piazza del Mercato il 15 dicembre dalle 13: «Abbiamo scelto di festeggiare il Terra Madre Day per stare vicino alla nostra comunità, una celebrazione per noi importante che offriamo come augurio per una nuova partenza. A cominciare dal cibo, che per noi è sinonimo di territorio. Ci piacerebbe che questo evento fosse vissuto come un primo passo verso la normalità», spiega  Nino Scampuddu, fiduciario della Condotta Slow Food Gallura e anima dell’iniziativa.
Il pranzo in piazza organizzato in occasione del Terra Madre Day di Olbia è stato reso possibile dal contributo di Brazzale, Garofalo, Mutti e Novamont che hanno offerto i prodotti necessari alla preparazione, e da tante altre realtà, nazionali e locali, il cui numero aumenta ogni giorno.
La rete mondiale di Terra Madre unisce comunità del cibo di 160 Paesi che vogliono tutelare, incoraggiare e promuovere metodi di produzione alimentare sostenibili in armonia con la natura, il paesaggio, la tradizione. Che si tratti di creare un orto scolastico o di produrre miele, salvaguardare le varietà di cibo indigene o creare nuovi mercati, le azioni quotidiane di contadini, pescatori, allevatori e cuochi sono fondamentali per scrivere un futuro alimentare migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *