Slow Food a Viterbo per Caffeina Cultura

caffeina-cultura
Avrà un sapore veramente speciale l’edizione 2013 di Caffeina Cultura, grazie alla collaborazione straordinaria di Slow Food Italia che, insieme alla delegazione del Lazio e alla sezione di Viterbo, dal 27 giugno al 7 luglio con oltre cinquanta appuntamenti porterà nel centro storico di Viterbo la filosofia, le esperienze, i progetti, la storia, i protagonisti e i produttori del più diffuso movimento internazionale eco-gastronomico.
Una gustosa contaminazione di questo festival culturale, giunto alla settima edizione, che prevede incontri con scrittori e giornalisti, dibattiti, reading teatrali, anteprime nazionali, letture sceniche, teatro per ragazzi, concerti, proiezioni, spettacoli, mostre ed esposizioni, artigianato ed esibizioni musicali. Una kermesse che si prepara ad accogliere più di 400mila visitatori offrendo 40 eventi giornalieri su 25 palchi con ospiti di rilevanza nazionale e internazionale, tra cui i finalisti del Premio Strega, in location suggestive tra le vie, le piazze e i cortili del quartiere medievale di Viterbo.

Cinque sono gli spazi in cui si articolerà tutti i giorni il ricco programma di Slow Food a Caffeina: Arena Slow, Laboratori del Gusto, Mercato della Terra, Slow Kids, Dulcis in Fundo. Con una punta di eccellenza venerdì 5 luglio, alle ore 21,30, all’Arena del Paradosso: l’intervento di Carlo Petrini, fondatore di Slow Food e ideatore del “buono, pulito e giusto”.
«Con la nostra presenza al festival viterbese crediamo di poter contribuire ad accentuare il carattere che fin dall’inizio gli organizzatori hanno voluto dare: l’eterogeneità degli stimoli offerti ai visitatori, in un intreccio tra culture diverse che proprio qui si incontrano», dichiara Roberto Burdese, presidente di Slow Food Italia.
Si parte ogni giorno con Slow Kids, alle ore 19 in piazza don Mario Gargiuli, lo spazio dedicato ai bambini e ragazzi grazie alla collaborazione di educatori e nutrizionisti di Slow Food Lazio e della rete di imprese “Le Fattorie vanno in città”. Qui saranno proposti laboratori educativi e creativi dove genitori e figli potranno cimentarsi divertendosi con l’uso di colori naturali o la realizzazione di uno spaventapasseri o preparando dei gustosi dolcetti e tanto altro ancora.
In piazza della Morte dalle ore 20,45, nella sala conferenze di Viterbo Sotterranea, si svolgeranno i Laboratori del Gusto, appuntamenti con degustazioni guidate da esperti di Slow Food Lazio, alla scoperta dei prodotti enogastronomici della regione.
In piazza S. Maria Nuova dalle ore 21,30 si anima l’Arena Slow Food, in cui si alterneranno scrittori, giornalisti, studiosi, chef e produttori, tra cui: Antonello Colonna, Barbara Bonomi, Cinzia Scaffidi, Enrico Vaime, Fabio Pracchia, Federico Quaranta, Gabriele Bonci, Giampaolo Gravina, Giancarlo Rolandi, Gian Arturo Rota, Marco Bolasco, Maurizio Pallante, Nanni Ricci, Nichi Stefi, Riccardo Valentini, Roberto Burdese, Stefano Asaro. Inoltre interverranno Piero e Stefano Sardo che hanno realizzato il film Slow Food Story uscito di recente nella sale cinematografiche italiane, e Massimo Bondielli, Luigi Martella, Marco Matera curatori del film-documentario “Se io fossi acqua”.
Al termine, dalle ore 23,30, Dulcis in fundo in piazza don Mario Gargiuli con lo show cooking di alcuni ristoratori di Slow Food Viterbo, che proporranno in diretta le loro prelibatezze ispirate dai temi e dai prodotti che saranno proposti nel corso di ogni giornata.
Inoltre per tutta la durata degli eventi, dalle ore 18 fino alle 24, sempre in piazza della Morte, ogni giorno si svolge il Mercato della Terra di Slow Food Lazio, spazio espositivo e vendita di prodotti agroalimentari e artigianali con la presenza diretta dei produttori, con la collaborazione della Camera di Commercio di Viterbo con il Marchio Tuscia Viterbese, Cna, Confartigianato, Agricoltura dalla terra.
«Sfogliando un libro nell’Arena Slow – spiega Francesca Rocchi, presidente di Slow Food Lazio – dialogando con i produttori del Mercato della Terra o partecipando a un Laboratorio del Gusto e Slow Kids, assaporeremo quell’atmosfera di kermesse diffusa che è all’origine del successo di Caffeina Cultura e della sua capacità di riattivare tutte le risorse dell’economia locale».
In piazza della Morte sarà anche disponibile lo stand istituzionale dove trovare libri, manuali, guide e gadget di Slow Food, nonché associarsi a condizioni particolarmente vantaggiose.
Per ulteriori informazioni: www.caffeinacultura.itwww.slowfoodlazio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *